Skip to content

EUROFESTIVAL 2010: LE CANZONI (3)

19 maggio 2010

Nel notro viaggio di avvicinamento all’Eurovision Song Contest 2010 (che si terrà settimana prossima), vi presentiamo le canzoni della seconda semifinale.

Partirà  la Lituania con gli InCulto e il loro East European Funk. Partono vestiti da impiegati e finiscono in hot pants argentati….partenza col botto.

Eva Rivas porta Apricot Stone per l’Armenia. Carina, ma sufficientemente forte per passare in finale?

Altra nazione, altra ballata..Israele con Harel Skaat che canta Hebrew. Lui è bravo, forse questa è una delle ballate meglio riuscita dell’edizione grazie alla sua esibizione

Duetto per la Danimarca:  Chanée & Tomas con In a moment like this. Una delle mie favorite quest’anno.

Micheal Von Der Heide rappresenterà la Svizzera con Il pleut de l’or (quest’anno era il turno dei francofoni). Un po’ di movimento. Meriterebbe la finale, ma la vedo dura.

La soave Anna Bergendahl rappresenta la Svezia con This is my life. Semplice e bella.

Ecco una delle favorite secondo i bookmakers. La sexy Safura dall‘Azerbajian con Drip Drop. Gli azeri sono uno dei pochi paesi che sembra “volere” vincere.

L’Ucraina ha fatto un casino con le selezione (hanno prima selezionato uno, poi è cambiata la direzione della tv e hanno rifatto la selezione). Alla fine, pure in ritardo, sono arrivati con Alyosha e la sua Sweet People.

L’Olanda…ok..poverini…hanno scelto Sinieke che ha 18 anni ma la prima volta pensavo fosse una 40enne col botox. Canta Ik Ben Verliefd (Sha La Lie). All’inizio viene facile prenderla in giro..dopo un po’ pare pure quasi’ piacevole

Duetto anche per la Romania: Paula Seling e Ovi con Playing with Fire. Ritmata, carina, ha buone possibilità (anche perchè abbastanza differente dalle altre).

La Slovenia punta su qualche cosa di originale (come l’anno scorso): un mix volk-rock. Il risultato è, però, un po’ un bordello di suoni.

Ritorno al passato per l’Irlanda. La vincitrice del 1993, Niamh Kavanagh ritorna proponendo It’s for you. Lei è brava, il pezzo molto classico. Con tutti questi pezzi melodici, si rischia l’overdose e che si auto-cancellino a vicenda.

Miro con Angel canta per la Bulgaria. Lui è abbastanza tamarro. La canzone non rientra nei miei gusti (ma non l’ho sentita molte volte, potrei ricredermi).

Cipro schiera Jon Lilygreen & The Islanders con Life looks better in Spring. Chitarra acustica e ritmo intimistico, fortunata a non essere capitata nella stessa semifinale del Belgio.

La Croazia mi piace molto. Le Feminnem portano sul palco di Oslo Lako je sve. Hanno anche fatto una versione in italiano della canzone dal titolo Semplice.

La Georgia porta l’ennesima ballata melodica. La cantante è Sopho Nizharadze che a quanto pare ha partecipato a Bravo Bravissimo da bambina.

Infine, chiude la Turchia con i maNga e la loro We could be the same.Un po’ di rap rock per cambiare finalmente genere e fare qualcosa poche volte portato sul palco dell’ESC.

Sul sito dei fans italiani dell’ESC potete votare quale canzone secondo voi passerà alla finale del 29 maggio (passano in 10 per semifinale).

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: