Skip to content

C’ERA UNA VOLTA LA CITTA’ DEI MATTI SU RAIUNO. FABRIZIO GIFUNI E VITTORIA PUCCINI CI PORTANO IN UNA STORIA VERA.

7 febbraio 2010
Una fiction, ed una storia vera. Una storia durissima. Una storia della nostra Italia che ha visto protagonista Franco Basaglia. La malattia mentale al centro dell’attenzione di RaiUno, grazie a due attori eccellenti del calibro di Vittoria Puccini e Fabrizio Gifuni. La prima interpreta Margherita, una ragazza che, ribelle, con un rapporto difficile con la propria madre, viene rinchiusa in un manicomio. Alla fine del film verrà scoperto il perchè del suo problema, connesso proprio alla sua infanzia con la propria madre. Fabrizio Gifuni interpreterà ovviamente Franco Basaglia, colui che ha realizzato, dopo tanti soprusi, il cancellamento totale dei più basilari diritti umani.
Una storia vera, italiana, tutta della nostra penisola, e che RaiUno offre stasera per due serate. Ecco la notizia:
Roma – (Adnkronos) – L’attore torna sul piccolo schermo nei panni dello psichiatra che agli inizi degli anni ’60 mise fine a quelli che, nati come istituti di cura per malati di mente, si erano trasformati in veri e propri lager: “Sento addosso un grande senso di responsabilita’ nell’interpretare un personaggio realmente esistito”
Roma, 5 feb. (Adnkronos) – Fabrizio Gifuni torna sul piccolo schermo nei panni di Franco Basaglia, lo psichiatra che agli inizi degli anni ’60 mette fine a quelli che, nati come istituti di cura per malati di mente, si erano trasformati in veri e propri lager. Una vera e propria rivoluzione che cambio’ il corso della storia, diventando un…. esempio per tutto il resto d’Italia. La miniserie in due puntate dal titolo ”C’era una volta la citta’ dei matti”, in onda su Raiuno domenica e lunedi’ in prima serata e diretta da Marco Turco, racconta la rivoluzione di Basaglia che, sotto la sua direzione a Gorizia e poi a Trieste, pone fine al processo di detenzione dei malati promuovendo il loro inserimento nella vita sociale
”Come attore sento addosso un grande senso di responsabilita’ nell’interpretare un personaggio realmente esistito -spiega Gifuni, nel corso della presentazione della fiction a viale Mazzini- Si tratta di un lavoro complesso che richiede molta pazienza. La prima cosa che cerco di fare e’ quella di entrare nel territorio del personaggio che ho di fronte attraverso una lungo lavoro di documentazione poi cerco di dimenticare tutto per non rimanere schiacciato da un modello”.  

Poi l’attore, alla terza fiction biografica dopo quella su Paolo VI e Alcide De Gasperi sottolinea: ”Sono contento e orgoglioso di questo viaggio nella diversita’. La sceneggiatura mi ha convinto subito perche’ ‘ una biografia di Basaglia ma una fiction fatta di tante storie e tanti uomini. Sarebbe stato assurdo far vedere in tv che un uomo solo puo’ cambiare le cose”.  

”Dopo la Banca Romana e Sant’Agostino -dice il direttore di Rai Fiction Fabrizio Del Noce – continuiamo sulla linea delle fiction in grado di proporre tematiche che siano specchio della societa’ o che arricchiscano culturalmente”. La fiction, prodotta da Rai Fiction e Claudia Mori e realizzata da Ciao Ragazzi, vede nel cast anche Vittoria Puccini nei panni di nei panni di Margherita, una paziente ribelle e ingovernabile e per questo considerata malata. Nel cast anche Michela Cascon, Branko Djuric, Thomas Trabacchi e Sandra Toffolatti. “Abbiamo voluto a tutti i costi girare la fiction nei luoghi veri -spiega Turco- a Gorizia non abbiamo potuto perche’ ormai il manicomio e’ stato completamente trasformato in un’altra cosa. Abbiamo girato invece a Imola e a Trieste. Inoltre e’ stata fondamentale la partecipazione sul set di tante persone che vivono il problema del disagio mentale e la consulenza di Peppe Dell’Acqua, direttore del dipartimento di salute mentale di Trieste”.

5 commenti leave one →
  1. 7 febbraio 2010 19:43

    ti volevo lasciare l’ultimo commento. da stasera inizio il silenzio stampa su internet.non so quando torno.mia madre vedra’ la fiction. io in silenzio odiero’ il mondo

  2. Expedit permalink*
    8 febbraio 2010 01:14

    ahahah..Alessio..:D
    dai….forza e coraggio. Sconfitta schifosissima. Uno schifo cosmico, e Mazzarri ha ragione a dire ciò che ha riferito a fine partita. Speriamo che qualcosa si aggiusti…….
    Forza Alessio, non mollare!..ahahaa..

    e se questa sconfitta ci facesse fare benissimo contro l’Inter?..:)

  3. rashid permalink
    8 febbraio 2010 10:21

    l’ho vista ieri sera, fiction molto bella. E’ questa la televisione che vogliamo

  4. annamaria permalink
    8 febbraio 2010 12:27

    Grazie per questa iniziativa stupenda. Un’opera che ti prende interamente , resti incollato alla poltrona e gli occhi non si staccano dal televisore. Un tema difficile affrontato con molta sensibilità. Un cast eccezionale per la loro bravura. Di nuovo grazie

  5. 9 febbraio 2010 17:17

    e’ stato un film spettacolare ti fa commuovere e divertire allo stesso tempo. Spero che tra un pò di mesi lo rimandino in onda!! Bravi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: