Skip to content

MASSIMO GILETTI, POSSIBILISTA SU UN PASSAGGIO A MEDIASET, ANNUNCIA: “DA MAGGIO PASSO AL VARIETÀ”

23 dicembre 2009

https://i1.wp.com/www.lastampa.it/multimedia/italia/18565_album/01massimo_giletti.jpgNon dite al pubblico di Raiuno che probabilmente (ma è una possibilità che non vogliamo neanche prendere in considerazione tanto è lontana e remota) da ottobre prossimo de L’Arena non si sentirà più parlare. Ebbene sì, l’unico segmento di Domenica In che ancora riesce ad avere forte l’affetto del pubblico potrebbe non esserci più, leggendo fra le righe le dichiarazioni rilasciate ultimamente da Massimo Giletti, suo unico e storico conduttore. Il moralista per antonomasia della nostra tv, infatti, a breve si dedicherà a progetti che lo allontaneranno dal talk show più inutile del tubo catodico italiano. Progetti che lo vedranno legato a Ballandi – che dai fastosi one man show del sabato sera di Raiuno in onda fino a qualche anno fa si sta “riducendo” a produrre show per Raidue e per Giletti – per un varietà. Ecco come, entusiasticamente, ne parla il “buon” Giletti, sottolineando come ogni intervista sia il pretesto per passare a tutt’altro.

A maggio passo al varietà. Farò un varietà per la Ballandi, ma senza lustrini e paillettes. Quanto ai talk show, non sono convinto che si debba trasformare in bagarre ogni tema importante e serio. Se da Bruno Vespa alcuni onorevoli arrivano a prendersi a calci, e’ facile che poi scatti qualcos’altro. Gli esempi che da’ la tv possono essere nefasti. Chiediamoci: l’aggressione a Berlusconi di chi e’ figlia?

È furente Giletti, dall’alto della sua (presunta) tv di qualità. È da anni che assieme agli autori del suo programma sta portando avanti una campagna per una tv più pulita e meno volgare. Ci mette tutto se stesso, risultando anche apprezzabile a parole, perdendosi poi nei fatti e incappando nella massima di chi “predica bene e razzola male”. Quale il rimedio per evitare questo declino incessante della televisione?

Bisognerebbe evitare che la tv trasformi in modelli delle persone senza qualità. Chi contribuisce a piazzare il ‘modello Corona’ e a imporre il modello comportamentale stile ‘Grande Fratello’? A me preoccupa chi fa finta di non capire quello che manda in onda.

Insomma, la contestazione dell’ex conduttore di Casa Raiuno e di In famiglia, dove aveva come partner Paola Perego (incredibilis dictu), non si arresta neanche davanti all’evidenza. Ma se L’Arena da ottobre potrebbe non esserci più, è anche perché quest’anno Giletti non sarà più stipendiato Rai. La cosa bella è che, nonostante le critiche, non chiude affatto le porte per un eventuale passaggio a Mediaset. Così infatti chiosa:

Quest’anno mi scade il contratto. Deciderà la Rai, ma mai dire mai.

2 commenti leave one →
  1. 28 dicembre 2009 09:52

    SONO ARCICONTENTA SE GILETTI SPARISCE DA TUTTIIII! GLI SCHERMI TELEVISIVI. ANZI DOVREBBERO CHIUDERE LO SCHIFO DOMENICA IN COME DOVREBBERO CHIUDERE L’ALTRO SCHIFO CHE é DOMENICA5.

  2. 6 gennaio 2010 18:30

    giulia ha ragione: Domenica In e Domenica 5 sono programmi “tasci”; in nessuna dello loro sezioni viene offerto dell’entertainment intelligente. Rai 1 addirittura schiera ancora Pippo Baudo, il quale – per esempio – quando si tratta di introdurre dei musicisti, presenta sempre gli stessi 3 o 4 rappresentanti dell’antica scuola maccheronica (come se l’Italia canora fosse limitata alla melodia napoletana!). E le bands e gli artisti di oggi, i rocker, i rapper, gli innovativi progger, non ottengono mai visibilità.
    Per quanto riguarda Giletti, diciamo che almeno lui ci prova a fare una TV più pulita! A “L’Arena” lo hanno costretto a trattare argomenti trash!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: