Skip to content

NEWS RAIUNO: CANZONISSIMA CON MORANDI e LOTTERIA 2010, E MASSIMO RANIERI RECITERA’ DE FILIPPO IN PRIME TIME. PAROLA (E SOGNO) DI MAURO MAZZA

30 novembre 2009

Garanzia vinta per Mauro Mazza. RaiUno prolunga la sua striscia vincente, nel periodo di garanzia, risultando ancora una volta la rete generalista più vista del piccolo schermo italiano. E per una Canale5 che deve, per ora “leccarsi le ferite”, (Raiuno nel day time a 22.09%. Canale 5, al 20.95%) Mauro Mazza, direttore della prima rete di Viale Mazzini, già pensa al futuro. Un futuro che sembra puntare tutto sul più classico. La prosa in prima serata, con un Massimo Ranieri che porta in tv Eduardo De Filippo, e soprattutto un sabato sera di RaiUno che potrebbe andare nelle mani di Gianni Morandi alla guida di una nuova edizione di Canzonissima, storico show di RaiUno, dei tempi andati. Ecco la sua intervista, rilasciata oggi a Corriere della Sera:

«Ho due sogni nel cassetto. E li realizzerò. Restituire Canzo­nissima al pubblico Rai con una Canzonissima 2010, condotta da Gianni Morandi e abbinata alla Lotteria Italia. E riproporre il grande teatro in prima serata. È a buon punto un progetto con Massimo Ranieri che re­citerà Eduardo de Filippo negli studi Rai. Con una regia Rai».

Riproporre «Canzonissima» non è un’operazione nostalgia?
«No. È il recupero, in chiave con temporanea, del grande show di qualità. Il successo di Morandi, in parte inatteso, dimostra come la forza di quell’intrattenimento sia nella semplicità, nell’immediatezza. La stessa con ferma viene da Carlo Conti col suo record assoluto stagionale del 32%».

Vi ispirerete alla scuola del grande Antonello Falqui?
«Certo. Ma per fortuna abbiamo il Falqui di oggi che è Paolo Beldì. Di quelle ‘Canzonissima’ ricordo la scena chiara, l’eleganza, il microfono che usciva dal pavimento. Sarà così: semplice ma modernissima, ovvia mente col televoto».

E per quanto riguarda l’idea  del teatro in prima serata…

In quanto al teatro in prima serata? Non teme crolli di ascolto?
«Ranieri è un grande artista. Eduardo è un caposaldo della nostra cultura. Raiuno torna a proporre prosa in prima serata con una propria regia. Quella sera perderemo la gara di ascolti con una fiction? E vivaddio, andrà benone…».

Al riguardo dei contenitori pomeridiani, ed il trash che regna sovrano…

A proposito di qualità. I contenitori pomeridiani?
«Appena arrivato ho imposto regole chiare. No a risse, urla, volgarità. E a certi ospiti. Il tasso era già poco elevato, per la verità. Io l’ho ulteriormente abbassato».

Chi sono i «certi ospiti» scomparsi dai pomeriggi di Raiuno?
«Niente nomi. Ma basta seguire un pomeriggio per scoprire che talune facce insignificanti ma molto ricorrenti sono sparite».

Già si parla di Sanremo. Il progetto a che punto è?
«C’è gran voglia di fare. Sia da parte di Antonella Clerici che degli autori e del maestro Gianmarco Mazzi. L’idea di fondo sarà una festa aperta per i 60 anni del Festival, Antonella sa rà la padrona di casa. Abbiamo fondate speranze di avere Christian De Sica, Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Chissà, forse anche Fiorello…».

Ma Fiorello tre giorni fa ha giurato: mai più a Sanremo…
«Invece non ho perso ancora le speranze di convincerlo».

«Pinocchio» su Raiuno ha battuto «Il grande fratello». Ovviamente la futura fiction per la sua rete terrà conto di questa indicazione legata all’auditel…
«Come dice lei, ovviamente sì. ‘Pinocchio’ è stata una vera scommessa, in pochi erano sicuri la sera prima di vincerla. Un’altra scommessa vinta è stato il raddoppio lunedì-martedì di ‘Un medico in famiglia’. Tra poco arriverà la nuova serie di ‘Tutti pazzi per amore’. Anche qui famiglie non tradizionali, allargate, intrecciate… La realtà quotidiana, insomma. E magari anche i problemi. Ma raccontati con sobrietà, col sorriso sulle labbra».

Problemi sul tappeto?
«Sicuramente il budget. Le risorse diminuiscono progressivamente. Stiamo valicando il limite oltre il quale sarà oggettivamente difficile coniugare grandi ascolti con la qualità. E se aggiungiamo l’obbligo istituzionale che ci riguarderà per i grandi eventi, penso alla beatificazione di Giovanni Paolo II, sono sicuro che l’azienda verrà incontro alle nostre richieste di sostegno». Però l’azienda ha rinnovato un congruo contratto a Vespa… «Ecco una buona occasione per ribadire che Bruno Vespa sarà anche strapagato, ma è un grandissimo professionista che assicura ascolti con una formula che regge da quindici anni. Uno dei marchi sicuri di Raiuno. E mi piace ricordarlo oggi».

8 commenti leave one →
  1. lilla permalink
    30 novembre 2009 17:47

    Moltissimi anni fa c’era in tv la serata della prosa e penso riproporla sia una cosa bellissima, soprattutto poter vedere delle commedie intramontabili poiché molti non hanno la possibilita di andare a teatro, speriamo che questa iniziativa abbia successo e ogni tanto la sera si possano vedere anche delle opere liriche o dei balletti classici o moderni. Che bello!!!

  2. Andreap82 permalink
    30 novembre 2009 21:02

    Canzonissima dipenderà da come verrà messa su. Vedere una competizione musicale con cantanti ormai stagionati oppure in discesa e alla ricerca di un riscatto non è molto allettante. Magari andrebbe bene comunque, ma sarebbe come una trasmissione di Conti, non un “evento”

  3. Anonimo permalink
    1 dicembre 2009 12:24

    Io fossi nel direttore di raiuno per la nuova stagione 2010,farei grandi novità in casa rai,farei tornare Paolo Limiti al pomeriggio,al posto della Balivo,e farei tornare Antonella Clerici alla guida della sua prova del cuoco,che potrebbe diventare realtà,poi per la lotteria italia 2010 bella l idea di fare tornare canzonissima con Morandi,magari con una Cuccarini al suo fianco,poi avrei anche un idea per domenica in Giletti con il suo programma l arena lo farei approdare in prima serata,per sanremo 2011 farei tornare il grande Pippo Baudo con al fianco Cristina Chiabotto che in tv non la si vede molto ma è molto garbata.

  4. stefano permalink
    10 gennaio 2010 12:21

    io penso ke se a canzonissima ci sia anke alessandra amoroso, avrà un successo strepitoso…

  5. rino permalink
    10 aprile 2010 13:23

    BELLO IL RITORNO DI CANZONISSIMA.. SAREBBE IDEALE RIPROPORRE VECCHIE E NUOVE GLORIE, MA VECCHIE SI INTEND CANTANTI ANCORA IN VISIONE, TIPO ORIETTA BERTI, BERTE, MANNOIA ZANICCHI PER I MODERNI GRANDI, NOEMI, LE VIBRAZIONI ECC. MA NO LA TELVOTO SOLO CARTOLINE COME UNA VOLTA ALTRIMENTI SI RISCHIA DI RIVEDRE SUL PODIO CARTA SCANU AMOROSO CHE SONO UNA PALLA.

  6. gianna permalink
    20 aprile 2010 22:53

    SONO FELICE perché sono accanita fan di MASSIMO RANIERI e di EDUARDO, del quale ho visto quasi tutte le commedie in DVD. Sapere di poterne vedere qualcuna interpretata dal mio idolo RANIERI è una gioia immensa, è il massimo a cui potessi aspirare come telespettatrice. Che idea grandiosa il teatro in prima serata! Saranno serate fantastiche al profumo di NAPOLI, la città più bella del mondo. GRAZIELLA da LA SPEZIA.

  7. Graziella permalink
    22 aprile 2010 15:19

    Fantastica idea quella di mettere il TEATRO in prima serata. Il grande MASSIMO RANIERI era l’unico all’altezza di interpretare le commedie di EDUARDO: e poi entrambi napoletani ed entrambi con quelle caratteristiche guance scavate.Saranno serate al profumo di NAPOLI,la città più bella del mondo! GRAZIELLA da LA SPEZIA.

  8. 22 aprile 2010 17:18

    si dovrebbero esserci cantanti come ROSANNA FRATELLO LITTLE TONY ECC i quali hanno resa vera canzonissima…..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: