Skip to content

MICHELE SANTORO: “ANNOZERO CI SARA’, E CON MARCO TRAVAGLIO, E’ IRRINUNCIABILE, SIA CON CONTRATTO CHE SENZA CONTRATTO”

22 settembre 2009

Michele Santoro scalpita, e l’arrivo del suo Annozero già comincia a far parlare di sè, ancora prima della messa in onda. Il giornalista campano infatti, che già da un pò di tempo sta evidenziando un certo disagio nei corridoi Rai, tutto concernente l’organizzazione di questa nuova edizione di AnnoZero, oggi ha messo un punto su tutto quanto sta circolando, tra internet e stampa. Il tutto riguarda Marco Travaglio, giornalista di inchiesta, ancora senza contratto, ci sarà nella prima puntata, almeno per quanto dichiara lo stesso Santoro. Ecco la notizia che riportiamo fedelmente:

Anno Zero partira’ regolarmente giovedi’ prossimo con Marco Travaglio. Lo ha annunciato Michele Santoro nel corso di un’affollata e animata conferenza stampa tenutasi a Viale Mazzini. ”Marco Travaglio – ha detto Santoro – e’ per noi elemento fortemente identificante del programma. Ed e’ quindi irrinunciabile. Col contratto o senza contratto Marco Travaglio ci sara’ nella prima puntata il cui titolo e’ ‘Farabutti’ dedicata alla liberta’ di informazione nel nostro Paese. Se non c’e’ lui – ha ribadito Santoro – non c’e’ Anno Zero”.

Santoro non ha mancato di attaccare la Rai per i paletti e le difficolta’ riscontrate per la partenza di questa edizione di Annozero. ”Abbiamo lavorato – ha rivelato – in una condizione che rappresenta un vero record negativo: solo la scorsa settimana sono stati siglati i contratti per la redazione e abbiamo avuto a disposizione le troupe televisive. Fatti gravi per un programma che si basa sulle inchieste filmate. Avremo una partenza ad ostacoli ma nel giro di poco tempo andremo a regime”.

Poi l’affondo sullo stato dell’informazione in Italia: ”Quello che sta accadendo oggi – ha sostenuto – e’ di una gravita’ inaudita. C’e’ un attacco ai programmi che caratterizzano il servizio pubblico. Tutte le trasmissioni elencate da Berlusconi sono state oggetto di problemi”.

Eppure, ha precisato, Annozero, la passata stagione, ha avuto uno share medio del 18% e costa la meta’ di una prima serata di Raidue. ”E’ l’unico programma che si ripaga i costi con le entrate pubblicitarie. Perche’ Annozero o Report devono essere messi in discussione? Questo fa il gioco della concorrenza, cioe’ di Mediaset”. Quindi un accostamento alla politica dell’immigrazione: ”Noi – ha detto – siamo profughi politici oggetto di una politica di respingimento. Io non sono certo un nostalgico della prima repubblica dove almeno si poteva parlare con il direttore generale, perche’ era comune il sentire che si faceva parte della stessa azienda.

Ma oggi i giornalisti Rai devono reagire, devono farsi sentire, altrimenti rischiamo di fare la fine dell’Alitalia”.
Infine, Santoro ha affermato che l’invito in trasmissione a Berlusconi e’ sempre valido: ”se vuole porti anche Vespa, lo accetterei con le fanfare e il tappeto rosso. Tanto il premier lo sa. Annozero non e’ perdente. Lui e’ un grande comunicatore ma gli italiani vogliono sentire piu’ campane non un solo campanaccio”.

Il direttore di RaiDue, Massimo Liofreddi, butta altra acqua sul fuoco, con dichiarazioni poco… confortanti, in riguardo al clima della seconda rete di Viale Mazzini.

Io ne farei anche a meno di una trasmissione come questa. Mi piacerebbe invece vedere un bel programma di politica. Non mi piacciono le trasmissioni contro” ha detto ancora Liofredi, direttore di Rai2, durante la conferenza stampa. Già in apertura il direttore aveva definito la squadra di Annozero “ospite” della rete. “Tu – ha aggiunto rivolto a Santoro – fai un certo tipo di televisione, una specie di inquisizione mediatica, che a me non piace. Ma non è un fatto personale”.

 

2 commenti leave one →
  1. 18 ottobre 2009 11:38

    E’ tutta questione di soldi.Anche il FATTO rende.Ne ha comprato un pezzo

  2. 24 ottobre 2009 02:09

    Carissimo Santoro, apprezzo molto la tua battaglia ti prego insisti e persisti, si sà che nella nostra attuale società quando si và contro corrente si è sempre molto scomodi. Quello che io non capisco è perchè la gente non si limita ad osservare i fatti, per esempio ogni settimana Lei espone dei problemi i quali vengono documentati con corrispondenti interviste. I signor politici, sia di destra che di sinistra al posto di accettare la realtà dei fatti, cercando di dare delle risposte sbagliate o giuste che esse possano essere, si limitano ad attaccarsi lun l’altro, scaricandosi le responsabilità come se stessero scaricando pacchi, un’ obsoleta demagogia. Sono molti anni che vivo in Germania ma, a quanto pare in Italia è cambiato gran poco. In Italia prima succedono i disastri, dopodichè si cercano i colpevoli, come nel caso di Messina, sarei proprio curiosa di sapere chi non sapesse che la maggior parte delle abitazioni erano costruite abusamente. Secondo me la gente s informa troppo poco ed inòltre è tempestata da una televisione che a mio parere è uguale a spazzatura. Per questo Lei deve continuare con il suo programma a dare della informazione soggettivamente giusta. Elergia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: